“Per colpa tua, figlio di… arrivo tardi al lavoro” e parte la rissa: autista picchiato, ora rischia la vista

“Per colpa tua, figlio di… arrivo tardi al lavoro” e parte la rissa: autista picchiato, ora rischia la vista

Sanremo – Aggredito fuori dalla stazione ferroviaria di Sanremo da uno straniero che lo ha colpito con un pugno in faccia, fratturandogli il setto nasale e provocandogli problemi alla vista.

È accaduto, ieri sera. Protagonista è un autista di 48 anni, di Savona: Claudio L., in servizio per la compagnia “Volpe” di Genova – che per conto di “Bus Italia” e di Trenitalia organizza i servizi di bus navetta sulla linea Ventimiglia-Genova, nel tratto tra le stazioni di Albenga (Savona) e Ventimiglia (Imperia) – colpevole di essersi dimenticato una fermata, quella di Sanremo, causando una ventina di minuti di ritardo a tutti i passeggeri in attesa. Secondo quanto ricostruito dalla polizia ferroviaria, che sta ancora cercando l’aggressore, l’autista, partito da Ventimiglia, avrebbe dimenticato di fermarsi alla stazione di Sanremo.

Giunto qualche chilometro più avanti, nei pressi di Taggia, i suoi superiori si accorgono che ha sbagliato e gli dicono di tornare a Sanremo, dove arriva alle 18.05. Una volta fermatosi con l’autobus, alla stazione di corso Cavallotti, e direttosi verso il bagagliaio, lo straniero – del quale non si conosce la nazionalità, ma si sa soltanto che aveva la carnagione scura, era alto circa un metro e novanta e forse aveva un accento portoghese – ha chiesto chi fosse l’autista. Quando quest’ultimo si è girato, lo straniero lo ha riempito di insulti e dopo avergli detto: “Per colpa tua, figlio di… arrivo tardi al lavoro”, lo ha centrato con un potente pugno al volto, mettendolo ko. A quel punto, allertati dal personale di Trenitalia in stazione, gli agenti della polfer, grazie anche alla descrizione degli altri viaggiatori, hanno diramato le ricerche dell’aggressore. L’autista, invece, è stato portato in ospedale, medicato e dimesso con prognosi di 15 giorni. Claudio L., ancora sotto choc, oggi ha riferito di avere problemi con l’occhio sinistro, col quale vede sdoppiato.

Racconta Nicolick”Appena il mezzo si ferma, Claudio apre la porta, subito si affaccia all’interno una persona di colore, che chiede chi sia l’autista, Claudio si presenta e il giovanotto di colore, dopo averlo ingiuriato per il ritardo , lo colpisce repentinamente con un violento diretto al viso, senza dargli il tempo di capire quello che stava succedendo.”

“Claudio è KO, l’occhio è tumefatto e ha subito anche un bel colpo di frusta alla cervicale per il contraccolpo del diretto. Poi l’aggressore fugge inutilmente inseguito dagli agenti della Polizia Ferroviaria. Ecco quello che accade ogni giorno a chi lavora grazie a certi soggetti che non hanno alcun rispetto per la gente che lavora con sacrificio per dare dei servizi essenziali. Ora Claudio è all’ospedale di Savona e rischia di avere dei danni irreversibili all’occhio colpito dal pugno.”

fonte: http://www.savonanews.it/2016/11/20/leggi-notizia/argomenti/cronaca-2/articolo/frasi-ingiuriose-e-laggressione-fisica-allautista-di-un-pullman-sostitutivo.html

Share Button

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *